Strict Standards: Declaration of JCacheControllerPage::store() should be compatible with JCacheController::store($data, $id, $group = NULL) in /web/htdocs/www.budolifecentre.it/home/libraries/joomla/cache/controller/page.php on line 199
Shindo Ryu Ju jutsu
FacebookTwitterGoogle Bookmarks

Strict Standards: Declaration of JCacheControllerView::get() should be compatible with JCacheController::get($id, $group = NULL) in /web/htdocs/www.budolifecentre.it/home/libraries/joomla/cache/controller/view.php on line 137
Stampa

Shindo Ryu Jujutsu

Shindo Ryu: "Scuola della via dello Spirito"

La storia di Yamanaka ha Shindo Ryu Jujutsu fonda le sue radici nella metà del 1800 presso il Dōjō  di Hirotsuke Totsuka dove veniva insegnata l'arte del Yoshin Ryu.

Uno dei migliori studenti del Dōjō  era Katsunosuke Matsuoka il quale, spinto dalla voglia interiore di miglioramento e di approfondimento dello studio delle Arti Marziali, si approcciò anche al Jikishin Kage Ryu, Hokushin Itto Ryu, ed al Tenjin Shinyo Ryu.

Matsuoka fondò, quindi, un proprio sistema di Jujutsu partendo dai principi del Totsuka di Yoshin Ryu ed includendovi alcuni aspetti degli altri stili da lui studiati (tra cui alcune delle tecniche si ritrovano ancora oggi nello Shindo Ryu Jujutsu).

Matsuoka chiamò questo sistema Shindo Yoshin Ryu che si traduce come "la nuova scuola dello spirito del salice". Negli anni successivi il primo kanji, "shin" (tradotto come nuovo) è stato sostituito dal suo omofono “sacro” dando al nome della scuola una nuova connotazione ossia: “la sacra scuola dello spirito del salice”.

Uno degli studenti di Matsuoka, Matakichi Inose (Nidai Soke) dopo molti insegnamenti, concesse a Yokiyoshi Tatsusaburo Nakayama il “Menkyo Kaiden” ossia la “licenza di trasmissione completa” delle regole e degli insegnamenti dello stile.

Nakayama ha insegnato Jujutsu presso la Scuola Media Shimozuma per circa 20 anni. I suoi studi nelle Arti Marziali erano di ispirazione classica, infatti nei lunghi anni di pratica approfondì sia le tecniche di Kenjutsu che di Jujutsu (arte in cui era maestro). Nello specifico studiò gli stili di Jikishin Kage Ryu e Onoha Ittoryu kenjutsu (entrambe scuole di Kenjutsu, l'arte della spada), e fuse le tecniche di combattimento con la Katana con quelle del Jujutsu, influenzando alcuni dei movimenti che, ancora oggi, si ritrovano nel Yamanaka-ha Shindo-Ryu Jujutsu.

 

OTSUKA SENSEI

L'allievo più famoso Nakayama fu Hironori Ohtsuka (1° giugno 1892 – Shimodate, Ibaraji, Giappone). Suo padre era il dottor Tokujiro Ohtsuka direttore di una clinica medica. Da ragazzo ascoltava dallo zio di sua madre, Chojiro Ebashi (considerato un guerriero Samurai molto rispettabile), entusiasmanti racconti sulla vita e gli sforzi dei Samurai. Ohtsuka, quindi, attratto dal magnifico mondo dipinto dallo zio, cominciò ad approcciarsi al mondo delle Arti Marziali all'età di cinque anni, praticando Jujutsu sotto la direzione tecnica di Ebashi.

A tredici anni, Ohtsuka iniziò il suo addestramento formale nello Shindo Yoshin-ryu Jujutsu presso la Scuola Media Shimozuma. Il giorno del suo 29° compleanno (1 giugno 1921) ricevette il “Menkyo Kaiden” in Shindo Yoshin Ryu ottenendo, così, la licenza di insegnamento più alta della scuola.

Ohtsuka, dopo lunghi anni di studio, ha unito alcuni dei precetti e delle tecniche del Karate di Okinawa con il Jujutsu per formare, infine, la sua personale arte di Shinshu Wado Jujutsu, chiamata Wado Jujitsu Kempo che, ai giorni nostri, è noto come Wado Ryu.

SHINTANI SENSEI

Uno degli studenti di maggior rilievo di Ohtsuka Sensei era Masaru Shintani (1927-2000) fondatore della Kokusai Shindo Remnei – World Federation Shindo. Inoltre, è stato uno dei membri fondatori dell'Unione Mondiale delle Arti Marziali.

Shintani Sensei è nato 3 febbraio 1927 a Vancouver, British Columbia, Canada da genitori giapponesi che erano immigrati in Canada. La madre di Shintani Sensei, Tsuruye Shintani, era figlia di un samurai del famoso Clan Matsumoto. Shintani iniziò la sua formazione in approcciandosi a svariate Arti Marziali giapponesi, tra cui quelle insegnate ai suoi familiari dal Clan Matsumoto, diventanto yudansha di Judo, Aikido e Kendo.

Sensei Masaru Shintani fu allievo diretto di Sensei Ohtsuka per molti anni e, nella sua lunga vita, praticò Arti Marziali per circa sessanta anni. Prima della sua morte nel 2000, aveva raggiunto il grado di Kudan (9°dan) di Wado Ryu, la posizione più elevata nel Nord America e Saiko Shihan in Shindo Ryu.

La sua formazione giovanile fu completata in un campo di concentramento per i canadesi di origine giapponese nella British Columbia durante la seconda guerra mondiale. Qui incontrò Akira Kitegawa, praticante dello stile di Karate Shuri-te sotto i maestri Sokun Matsumura e Anko Itosu.

Dopo circa 20 anni di formazione con Kitagawa Sensei, gli fu assegnato il grado di Rokudan (6° dan). Shintani rimase, fino alla morte di Kitagawa Sensei, un suo fedele allievo.

Dopo la morte di Kitagawa Sensei, iniziò un suo personale approfondimento per comprendere meglio le Arti Marziali. Per tutto il 1950 Shintani Sensei studiò, si addestrò e gareggiò in Giappone. Il culmine di questi allenamenti fu la sua vittoria nell'All Japan Karate Championships dove conobbe Ohtsuka Sensei. Da questo incontro inizierà un rapporto allievo – maestro durato tutta la vita, oltre ad un consolidato rapporto di amicizia.

Nel 1968, Ohtsuka Sensei nominò Shintani Sensei unico responsabile didattico per il Wado Kai in Nord America e, contemporaneamente, a capo del Wado Kai sempre per il Nord America. Nel corso di questi anni, il loro stretto rapporto era spesso trascorso in Kuden (tradizione orale) ed Shintani Sensei cercò di assorbire più informazioni possibili dal suo maestro.

Masaru Shintani Sensei era famoso per utilizzare tecniche di mano diverse rispetto a quelle praticate da altri stilisti tradizionali di Wado. Va infatti ricordato che Shintani Sensei conosceva le tecniche di mano di Shuri Te, Wado ryu, Jujutsu, aikido così come quelle tramandate dai suoi antenati del clan Matsumoto. Era un vero samurai moderno, come dimostra la sua padronanza di diverse Arti Marziali. La profonda comprensione delle tecniche di diverse scuole e le radici del Jujutsu, fondanti la sua arte, lo hanno portato a utilizzate pienamente tutte le tecniche sia di Jujutsu che di Karate.

Anche lui, come Ohtsuka Sensei, ha voluto lasciare la propria eredità al mondo delle Arti Marziali fondando una propria organizzazione denominata “World Shindo Federation” o “Kokusai Shindo Renmei” (organizzazione che conta oltre 1200 cinture nere). In ossequio all'arte del suo maestro (Shindo Yoshin Ryu), chiamò la sua arte Shindo.

Per permeare anche il nome della sua arte di un significato filosofico profondo, al kanji "shin" è stato ridato il significato di "nuovo" e "do" è stato tradotto come "via", questo perché la "nuova via" potesse rinascere di nuovo.

Uno degli strumenti più utilizzati per l'insegnamento dello Shindo ryu è il Sanshaku – Bo o Hanbo (un bastone simile al Jo lungo 90 centimetri circa). Shintani Sensei ha sviluppato molte tecniche per lo Shindo Ryu utilizzando l'Hanbo perfezionando “jutsu” (tecniche) dei suoi antenati Samurai.

Oggi, le Hanbojutsu waza dello Shindo ryu, sono praticate come Arte Marziale in tutto il mondo. Inoltre, partendo dalle sue tecniche sono state affinate molte delle tattiche difensive per le forze dell'ordine. È interessante notare che molti dei waza originali del Hanbo erano, di fatto, tecniche di Kenjutsu e dovevano essere eseguita con una lama, oltre ad essere di propria natura estremamente efficaci.

Nel Yamanaka-ha Jujutsu, la formazione con le armi è più improntata verso l'Hanbojutsu, piuttosto che alla spada, come invece è tipico in altre scuole di Jujutsu tradizionale.

Shintani Sensei morì 7 maggio, 2000 a Kapuskasing Ontario Canada. Durante le celebrazioni fu chiaro che il sogno di Shintani Sensei era quello di insegnare e seguire la via dell'armonia dettata da Ohtsuka Sensei ("Wado"). Durante l'elogio funebre fu ribadito che la via tacciata dal maestro doveva essere portata avanti con l'aiuto dei suoi allievi più anziani, dai suoi yudansha e da tutti i membri della sua organizzazione. In particolare fu notato l'impegno di Ronald Michio Yamanaka Sensei per portare avanti questo sogno. Yamanaka Sensei ha continuato a promuovere il sogno Shintani della “Via di Ohtsuka” attraverso l'insegnamento costante e la promozione di Shindo Ryu Jujitsu.

RON YAMANAKA SENSEI

Ron Yamanaka Sensei è il leader della “Yudansha Kobujutsu Karate-Do Federation” (YKKF) da lui fondata nel 1978. Si tratta di una organizzazione che si propone, unendo al suo interno diverse Arti Marziali e stili differenti, di riunire i suoi praticanti nella fratellanza e nella perpetuazione delle Arti Marziali tradizionali, riconoscendo ad ogni praticante il proprio valore.

Ad oggi Yamanaka Sensei è stato nominato presidente onorario della YKKF e continua a seguire la federazione con passione ed impegno per l'Arte Marziale a stretto contatto con i suoi collaboratori. La YKKF, oltre alla divulgazione di altri stili tradizionali, gestisce e divulga, a livello internazionale, lo Yamanaka-ha Shindo Ryu Jujutsu. Yamanaka Sensei ha formato più di 100.000 persone in 22 paesi nel campo delle Arti Marziali continuando a tenere seminari e stage riconosciuti, da molti maestri, tra i più interessanti.

Ancora oggi egli mantiene il suo status di studente di molti grandi maestri tra cui Shihan Masaru Shintani del Wado Kai, Kokusai Shindo Renmei ed il compianto Eichii Miyazato del Jundokan Goju Ryu. Nel 2002 è stato festeggiato dai suoi studenti il 40° anno di attività nelle Arti Marziali.

Yamanaka Sensei detiene i gradi di:

8° Dan Aiki Jujutsu Menkyo Kaiden Shindo Ryu Jujutsu;

8° Dan Okinawa Goju Ryu Karate (Jundokan);

Capo istruttore canadese (Shibucho) di Okinawa Goju Ryu (Jundokan)

9° Dan Shaolin del sud Chuan Fa (Li Sai Wing System).

Fondatore e capo istruttore della YKKF

Nel 1986 fu riconosciuto il suo grande contributo alle Arti Marziali insignendolo del titolo di "Kyoshi" dal “Consiglio Giapponese per la Certificazione dei Gradi”, firmato dal defunto zio dell'imperatore del Giappone ed ex Primo Ministro. ("Kyoshi" è il grado licenza di istruttore master).

Yamanaka Sensei, come Ohtsuka Sensei prima di lui, è un insegnante a tempo pieno di Arti Marziali. Ha dedicato la sua vita ad insegnare altre Arti Marziali tradizionali. Si è allenato ed è stato altamente riconosciuto come “Top Master” in numerose Arti Marziali. Nella sua vita gli sono stati conferiti molti premi e riconoscimenti per il suo servizio alla comunità di Arti Marziali.

La sua strada nelle Arti Marziali inizia nei primi anni '60, quando si approcciò allo studio dello Shaolin Chuan Fa sotto la guida del maestro Sigung David Chong che, a sua volta, aveva studiato questo sistema in Cina sotto il maestro Li Sai Wing nel 1950. Questa arte, modificata e combinata con il Karate giapponese, fu promossa in Canada dall'associazione “Kung Fu e Karate Association” come uno stile di Kempo.

Una volta ricevuto il suo Kempo Menkyo, Yamanaka Sensei ha iniziato la sua carriera da professionista di Arti Marziali. Durante tutti gli anni 1960 ha studiato altre forme di Arti Marziali e, infine, ha incontrato Wally Jay Sensei, nel 1970, presso il Dōjō  di Frank Hatashita (una delle più antiche scuole di Jujutsu / judo a Toronto). Jay Sensei era uno studente di Okazaki Sensei che è stato il fondatore di Danzan Ryu. (Jay Sensei anche fondato la sua scuola, chiamata "Small Circle Jujitsu"). Questo incontro ha acceso in Yamanaka Sensei una forte passione per il Jujutsu tradizionale, portandolo a studiare ed esercitarsi in questa arte nei tre decenni successivi.

Per approfondire la sua ricerca ha intrapreso molti viaggi in svari Dōjō  di Jujutsu in tutto il mondo, carpendone i segreti, ed invitando i maestri di quelle scuole nel suo Dōjō  in modo che i suoi yudansha potessero apprende dalla voce del maestro le tecniche.

Shintani e Yamanaka

Oltre ad essere un formidabile Jujutsuka, Yamanaka Sensei gareggiava, a livello internazionale, in molte discipline marziali, come Shintani Sensei prima di lui. Fu proprio durante una di queste competizioni che, nel 1973, incontrò Shintani Sensei.

Durante la competizione di Kata si scontrò contro un avversario eseguendo un Kata cinese di Kempo. Purtroppo perse quell'incontro perché la commissione arbitrale ritenne migliore il Kata giapponese eseguito dal suo avversario. Subito dopo, il Maestro Shintani si avvicinò Yamanaka Sensei e gli disse che avrebbe dovuto eseguire anche lui un Kata giapponese per vincere la gara.

Dopo quell'incontro Yamanaka Sensei divenne allievo personale e intimo amico di Shintani Sensei. Avvicinandolo, e negli anni rendendolo punto di riferimento, alla meravigliosa tradizione dello Shindo Ryu, del Wado Ryu, e del Jujutsu kuden.

Altre Influenze della Yamanaka Ha

Yamanaka Sensei ha sempre incoraggiato i suoi yudansha a ricercare ed approfondire le Arti Marziali tradizionali giapponesi, spronandoli nella comprensione profonda del Jujutsu e del Karate, basandosi sull'antica pratica del “Musha Shugyo” (ricerca da parte del guerriero della conoscenza). Lo studio di antichi testi, la pratica delle diverse Arti Marziali moderne, l'approccio a differenti stili hanno contribuito, con l'introduzione di nuove contaminazioni, a rafforzare l'arte insegnata ed alla comprensione generale della direzione presa dalle altre scuole. In quest'ottica Yamanaka Sensei, i suoi yudansha e la federazione hanno allacciato, negli anni, diverse relazioni con i più importanti maestri nel mondo marziale tra cui Michael LaMonica, Kaiden Shihan San Dai Kichu di Hakko Ryu Jujutsu tra molti altri, che ancora oggi vivono e fioriscono.

 

Articoli Archivio